Le grandi migrazioni dal National Geographic

Per le riprese di queste foto specialisti fotografi e cineoperatori hanno filmato per più di 2,5 anni, viaggiando attraverso 20 paesi su 7 continenti,  spostandosi per più di 670 mila. Km.

Dopo lo svernamento in Sud Africa, lontano dalle Isole Falkland, gli albatri dai sopraccigli neri formano una colonia migratoria. (© National Geographic | Frans Lanting):

01

 

Andare per mare Penisola Antartica, Pinguini Papua in fila, rapidi si tuffano tutti insieme. (© National Geographic | Paul Nicklen):

 

02

Mandrie di gnu attraversano le pianure polverose della Riserva Nazionale in Kenya Masai Mara. Ogni anno, i gnu percorrono circa 2.800 chilometri attraverso l’Africa orientale alla ricerca delle piogge e del verde. (© National Geographic | Anup & Manuj Shah):

03

Alla ricerca del ghiaccio. Questi animali marini, usano il ghiaccio come luogo di riposo, dove danno alla luce i loro figli, vi si cibano e quindi sono costretti a migrare. A causa del riscaldamento del nostro pianeta, il ghiaccio scompare. La loro migrazione annuale diventa sempre più lunga e pericolosa, il tempo e le distanze aumentano la sfida per la vita. (© National Geographic | Paul Nicklen):

04

Lo svezzamento della piccola Zebra dura per diversi mesi, nelle annuali migrazioni la madre, riconosce il suo piccolo dalla sua voce, dalle strisce, dall’odore e dalla posizione. (© National Geographic / Marc Moritsch)

05

Medusa dorata di Palau deve il suo colore a certe alghe – organismi unicellulari chiamate zooxantelle, che vivono nelle meduse stesse, fornendole la vitalità necessaria. Le meduse seguono il sole ogni giorno il quale nutre i loro “passeggeri” assicurandogli la sopravvivenza. (© National Geographic | National Geographic Television):

06

Maschio cerca di impressionare la femmina di albatro dimostrando la sua apertura alare che spesso si estende oltre i 3 metri, sull’isola di South Georgia. (© National Geographic | Frans Lanting):

07

Lotta tra elefanti marini, del peso di quattro tonnellate e fino a 4,5 metri di lunghezza, spesso gli avversari possono essere gravemente feriti. Il vincitore ottiene tutta la spiaggia con le femmine. (© National Geographic | Paul Nicklen): 08

Salmone dopo una lunga migrazione depone le uova nel fiume dove è nato in Kamchatka, Russia. (© National Geographic | Randy Olson):

09

Stormi enormi di pellicani bianchi superano il Mississippi. Succede due volte l’anno durante il viaggio tra i luoghi dove gli uccelli svernano e dove allevano i piccoli. (© National Geographic | Annie Griffiths):

10

Con i loro piccoli, i grandi capodogli nuotano dalla costa delle Azzorre nella parte orientale dell’Oceano Atlantico all’Artico. (© National Geographic | Hiroya Minakuchi):

11

Nella primavera le aquile di mare testabianca o aquile calve migrano lungo il corridoio del Mississippi, a nord degli Stati Uniti e del Canada, trovando abbondanti risorse alimentari, e, talvolta, condividono i loro avanzi con corvi comuni. (© National Geographic | Jim Brandenburg):

12

Antilopi africane che attraversano le pianure del Sud Sudan. (© National Geographic | George Steinmetz):

13

Elefanti marini migrano verso le isole Falkland per la riproduzione. I giovani ricevono l’attenzione dalle loro madri. (© National Geographic | Paul Nicklen):

14

Formiche, guidate da un istinto quasi incomprensibile, da 500.000 a due milioni di animaletti,si spostano migrando come unico organismo. (© National Geographic | Mark Moffett):

15

La testa e le mascelle di formica soldato. Il suo compito include il trasferimento in migrazione delle larve della colonia. (© National Geographic | Christian Ziegler):

16

Dai 10 ai 20 giorni sono necessari alle zebre, per superare i 250 chilometri di prati e boschi, che si trovano tra il fiume Okavango, e uno dei più grandi laghi salati al mondo: il Lago Makgadikgadi. (© National Geographic | Anup & Manoj Shah):

17

Al largo della costa del Western Australia, un piccolo gruppo di pesci che nuotano vicino lo squalo balena, usandolo come rifugio dai predatori. (© National Geographic | Brian Skerry):

18

Milioni di farfalle Monarca si aggrappano agli alberi “Oyamel” nelle foreste messicane. Prima di eseguire la migrazione verso nord in primavera, ogni farfalla che cade dagli alberi inizia l’accoppiamento. (© National Geographic | Stephanie Atlas):

19

Orso polare in piedi su un lastrone di ghiaccio. Il ghiaccio, che è fondamentale per il suo habitat, diminuisce a causa del riscaldamento nell’Artico. (© National Geographic | Paul Nicklen):

20

Gli elefanti del Mali devono sempre viaggiare attraverso la regione arida del Sahel in cerca di cibo e acqua. Il loro percorso, quasi 500 chilometri, annuale è la migrazione più lunga nota di elefanti. Come il clima diventa più instabile, e gli uomini acquisiscono nuovi territori, il destino di questi nomadi del deserto è abbastanza incerto. (© National Geographic | Anup & Manoj Shah):

21

Un orango femmina nel Borneo trattiene il suo cucciolo. Gli oranghi istintivamente ritornano sugli alberi nel momento in cui cominciano a dare i frutti. (© National Geographic | Tim Laman):

22

Nel corso della settimana di migrazione i granchi rossi di Christmas Island nell’Oceano Indiano devono andare giù per le ripide scogliere, dove molti cadono e muoiono prima di raggiungere la loro destinazione sulla costa. (© National Geographic | David Hamlin):

23

Le zebre durante la migrazione, di solito si accompagnano agli gnu, in modo da salvaguardarsi dal pericolo dei predatori le aspettano se separate dal branco. (© National Geographic | Mitsuaki Iwago):

24

Squalo bianco di solito significa la morte per qualsiasi grande mammifero, anche per enormi elefanti marini vicino l’isola di Guadalupe sulla costa pacifica del Messico. (© National Geographic | Mauricio Handler):

25

Le recinzioni lungo i pascoli non sono destinate alle antilocapre che non può saltarle. Quindi quando cerca di strisciarvi sotto, il filo spinato diventa una trappola mortale. (© National Geographic | Joe Riis):

26

Antilocapra americana: antilope al tramonto in Oregon. (© National Geographic | Michael Durham):

27

Scimmia Nasica tiene saldamente il piccolo durante un salto nelle foreste del Borneo. (© National Geographic | Tim Laman):

28

Oche canadesi, dopo essersi cibate e riposate, sbattono freneticamente le ali schizzando acqua ovunque, riprendendo,così, il loro viaggio verso il nord. (© National Geographic | Thomas Kitchin Hurst & Victoria):

29

 

-oOo-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...